IL CUOCO….

Condividi

L’ho scritto nel 2014 ma è cambiato qualche cosa??? NO!!
NIENTE.

Cos’è un cuoco, puo’ essere una persona normale se fa un mestiere come questo?
NO…MA PER LE TV E’ UN LAVORO FACILE.
Il cuoco si sveglia la mattina con già in testa quello che deve fare, comprare, cucinare, FORNITORI….certo, quello che passa in TV non fa fare una gran bella figura ai cuochi, che ricordiamo, NON HANNO UNA PROFESSIONE RICONOSCIUTA DALLO STATO, sono solamente operai generici, ma lavorano ben 12/15 e a volte 20 ore al giorno E 6 GIORNI SU 7, siamo segregati dentro 4 mura, quasi come i carcerati, abbiamo una cosa diversa dei detenuti, lo facciamo per passione.
Non si vedono i figli crescere, non si festeggia mai un compleanno, un natale, una pasqua, tante volte non si hanno ferie, sempre al lavoro, febbre o non febbre, scottature, braccia rotte o caviglie slogate, per i meno fortunati con una bella trombosi alla gamba…. che dire, un lavoro magnifico, UGUALE a come lo fanno vedere in TV, proprio UGUALE,
FACILE FARE UN BEL PIATTO, che ci vuole, 4 fiorellini, 2 creme, una carne scottata, oppure un filetto di pesce, magari comprato al super di fronte alla TV …CONGELATO…. MA, sapete QUANTE ORE DI PROVE e STUDIO CI VOGLIONO per far un piatto???, e poi, piacera’? e poi, riusciro’ a farlo per i coperti che ho nel ristorante? C’è un bel lavoro dietro, non basta la passione, ci vuole anche ESPERIENZA, e tanta, non basta fare zapping per TUTTI i canali TV per imparare a cucinare, o fare un corso del cazzo con qualche cuoco, anche se bravo, o 2 mesi in qualche scuola….
Ci vuole esperienza, tanta, e tanta buona volonta’, RISPETTO PER CHI HA PIU’ ANNI, umilta’ ….la dovete avere voi giovani,
ai vecchi cuochi va il rispetto e li dovete ascoltare.
Eppoi.. diciamole tutte, aggiungere gli affetti che si perdono nel nostro mestiere???? mogli, fidanzate che non si vedono mai, o amici che prima o poi si perdono, che figata, in tv poi è tutto una FIGATA….facile fare un piatto che poi, con i tempi TV fanno SCHIFO, ma non solo per i tempi…., ti fanno vedere che si puo’ mangiare il pollo crudo, o il maiale crudo… cosa pericolosissima, non spiegano gli accorgimenti, le vere cotture, l’attenzione a microbi e malattie che puo’ portare il cibo, come nel pesce crudo, un vermetto molto pericoloso, tipo L’ìAnisakis, PICCOLO MA PERICOLOSO PER LA SALUTE… E CHI NE PARLA… nessuno.
Ad un certo periodo della vita poi, iniziano gli acciacchi a circa 45 anni, le gambe gonfie con tutte le vene rotte, rischio trombosi, le mani distrutte, vari dolori alle articolazioni, tunnel carpale e altre cose anche peggiori, visto che si vive dentro l’umidita’ e calore altissimo, oltre a gas e fumi vari…, nessuno spiega che nelle cucine la temperatura media è 45 gradi, quando va bene e si ha la cappa che funziona benissimo, altrimenti si raggiungono anche i 55 gradi se non di piu…
.. ma la TV non dice queste cose, sono sciocchezze.
Svegliatevi, non è oro colato quello che fanno vedere,
E’ UN MESTIERE DI SACRIFICI E DOLORI, certo, ha un suo tornaconto, (forse) ma a che rischio? sapete la maggior parte dei cuochi come muore? di trombosi o di infarto…o si suicida…
ma che volete che sia, tanto, si deve morire no?
Se qualche giornalista o TV vuole ragguagli, venga in cucina con me per 15 giorni, VEDIAMO SE DURA 3 giorni.
RISPETTO PER UN MESTIERE CHE NON E’ NEPPURE RICONOSCIUTO DA QUESTI FINTI POLITICI E PRESENTATORI TV….Siamo solo operai generici con specifica cuochi, non professionisti, anche se abbiamo scuole alberghiere che sfornano ragazzi con promesse false SIAMO OPERAI, NON PROFESSIONISTI, E NESSUNO LO DICE…. TUTTI ZITTI.
Mi sono rotto un po le balle di tutta questa porcheria.
ANZI, I COGLIONI DOPO ANNI CHE LO GRIDO…..
CUOCO, TU SEI UNO SCHIAVO, RICORDATELO, NON UN PROFESSIONISTA, PERCHE’ IN ITALIA LA PROFESSIONE CUOCO NON ESISTE.
Luca Mora

Condividi

Lascia un commento