SEI UN CUOCO? RISTORATORE? CAMERIERE, BARMAN… O CHI LAVORA NELLA RISTORAZIONE????

Fatti un Check-up — ma a che serve se le ore sono inimmagginabili… son quelle che ti ammazzano, e i pericoli?
il respirare vapori, calori, fumi, gas…., il sare in piedi?
Trombosi, infarti, artrite, carpale, vene ingrossate, piedi a pezzi…. andrei avanti 2 giorni a elencare il tutto…
Ma IO ve lo dico da una vita…. UNIAMOCI e FACCIAMO RICONOSCERE LA NOSTRA PROFESSIONE…..
ma non la capite.
LO DICO DAL 2013 IN FB con www.unionecuochi.it …
MA NEL MONDO DA 15 ANNI….
NOI ABBIAMO DIRITTO AD AVERE RICONOSCIUTO IL NOSTRO LAVORO COME USURANTE—
CI DISTRUGGE….
Ma sembra non interessarvi.
IO MI SON STANCATO DI RIPETERLO, MI SON STANCATO DI DIRLO, MI SON STANCATO DI CREDERE A CHI MI DICE CHE COMBATTE CON ME…. MI SON STANCATO DELLE CHIACCHERE…..STANCO DELLE FALSITA’ …..
Fate quel che volete… IO MI FARO’ LA MIA VITA……
ma ricordatevi che di vita ne avete solo UNA.

UN GRANDE CHEF, PAUL BOCUSE, CI LASCIA…

Un altro mito della cucina ci ha lasciati.
Pochi giorni fa il nostro Maestro Gualtiero Marchesi, ora avrà un compagno di maestria nel cielo…. Cucineranno insieme insegnando agli angeli che anche la cucina può esser paradisiaca….o litigheranno??
Ciao MAESTRO
Ciao CHEF PAUL BOCUSE.

Gualtiero Marchesi, le cucine Italiane piangono il Maestro.

Un Artista, ecco come si sentiva e chi può dire il contrario, ogni suo piatto era un opera d’arte, le sue Idee, le intuizioni, le tecniche,  è questa la vera eredità di Marchesi, che va ben oltre i pur geniali risotti con foglia d’oro o ravioli aperti.

Il Maestro, cosi lo chiamavamo tutti, il maestro della cucina Italiana ci ha lasciato una grande eredità, sta a noi portare avanti i suoi insegnamenti,

Le sue parole rimbombano ancora nelle cucine, come la famosa rivolta alla guida Michelin, “Quando polemizzai con la Michelin lo feci per dare un esempio, per mettere in guardia i giovani affinché capiscano che la passione per la cucina non può essere subordinata ai voti. So per certo, invece, che molti di loro si sacrificano e lavorano astrattamente per avere un stella. Non è né sano, né giusto.” Parole vere, correre dietro a una stella che non porta rispetto alle cucine Italiane ma osanna la Francese, basta guardar le poche stelle in Italia  dello scorso anno contro le 25, ma ce ne son tante, come questa;
“Ciò che più m’indigna è che noi italiani siamo ancora così ingenui da affidare i successi dei nostri ristoranti a una guida francese, nonostante i passi da gigante che il settore ha fatto.”

Ciao Maestro,
Ora riposa tra le stelle, tutti riconosceranno la tua, sarà la più lucente.
E  questa tua frase dovrebbe esser esposta in tutte le cucine:
“Quando mi tolsero la terza stella il mio commento fu… ad ogni stella che cade esprimo un desiderio”
Riposa in pace Maestro.

 

 

CORSI DI CUCINA IN INTERNET?

Ma vogliamo essere seri?
Perchè rubare soldi alla gente dicendo che saranno dei professionisti nelle cucine con un corso WEB?
Anche Antonino Cannavacciuolo ci mette la faccia?
NO NON CI CREDO.
Come si fa sentire sapori, odori, capire il sistema di preparazione che, solo con la realtà si può avere, l’assaggio, come lo facciamo, tramite nuove APP create apposta?
MA LA FINIAMO DI PRENDERE IN GIRO LA GENTE?
LA CUCINA PROFESSIONALE E’ UNA COSA SERIA, NON LA SOLITA BAGIANATA DEL WEB, MA SIAMO IMPAZZITI?
Mi chiamano per consigliare se un corso web serve…
NO… NON SERVE A NIENTE, risparmia e prenditi 10 libri dei migliori CHEF. ma nemmeno Italiani, quelli FRANCESI……
Sono sempre più senza parole, nauseato di quello che succede, tra TV e WEB….. si sta rovinando totalmente una professione che… non è nemmeno riconosciuta in questo paese di MALFATTORI.

Ricordiamoci che il CUOCO non ha professione, ma è un OPERAIO generico con specifica.

L’Italia è piena di gente che truffa, poi si lamentano dei politici…..
Ognuno ha quel che si merita….

Un consiglio per chi cerca lavoro….

Fate un video Curriculum vitae.  vale più dello scritto, credetemi.
Se non sapete come farlo noi dell’Unione cuochi vi aiuteremo a farlo,
Cosa costa? niente, solo l’iscrizione per essere uniti in altre battaglie tipo ,
1° Riconoscimento della professione
2° riconoscimento del lavoro usurante
3° riconoscimento delle malattie professionali e son tante….
4° un contratto di lavoro meno tassato e quindi più alto.
5° l’età pensionistica a 60 anni o dopo 35 anni
6° avere un patentino dopo i 15 anni di lavoro come CHEF.
Tutti insieme le possiiamo ottenere.

Uniti si vince, entra con noi.

http://www.unionecuochi.it/iscrizioni/

A proposito di iscrizioni a U.C.I.

Iscrizioni Inutili e Perdite di Tempo!

Pare che, ormai da tempo, qualcuno, molti in realtà, perdano il proprio tempo, e fanno perdere anche il nostro, a compilare il modulo di iscrizione  evitando di pagare le quote associative.
Sono certo che non vi manca una Carta Prepagata, così come che non vi mancano i 20, 30, 50 € che abbiamo deciso di mettere come Quota Associativa.
Tralasciamo i 10 € per i Soci Sostenitori che ringraziamo di esistere.
Mi domando perché perdete il vostro tempo e facciate perdere il mio cancellandovi per un’iscrizione farlocca anche se siete persone vere, reali.
Mi spiego meglio, ho creato la figura del Sottoscrittore per individuare ed eliminare gli spammer che inesorabilmente, ogni giorno tentano di accedere al sito a decine.
Il Sottoscrittore non può accedere a nessun servizio, non può neppure fare un upgrade di utenza passando a un livello superiore pagando la quota associativa.

Però vi rivolgete a noi per  l’invio dei vostri Curriculum (anche in posta privata) e non vi degnate di leggere le 2 istruzioni scritte in neretto sul sito, che vengono richieste prima di inviarlo.
Vi rivolgete a noi, in privato, per risolvere le vostre problematiche contrattuali, riconoscendo quindi che noi abbiamo le capacità di poterle risolvere, ma poi, fate le iscrizioni a ufo.

Vi svelo un segreto, per mantenere questo sito servono tempo e denaro, per trovare soluzioni ai vostri problemi, a volte, dobbiamo consultarci con professionisti che a prezzo di favore ci danno una soluzione per i vostri problemi ma vanno comunque pagati, poco o tanto che sia.

Evitando di pagare la Quota Associativa, non prendete in giro noi, prendete in giro voi stessi.

Riflettete in merito.

Carlo Cozzetto
Vicepresidente U.C.I.

Intossicazioni nei ristoranti. Richiediamo un patentino per i cuochi ed i ristoratori

Si leggono migliaia di articoli per intossicazioni nei ristoranti, la maggior parte son locali etnici, ma nel 2017 possibile che succedano queste cose?
Poca pulizia? poca attenzione nella conservazione? frigoriferi non adeguati? cuochi improvvisati?
Chi ci rimette in tutto questo? Ristoratori onesti e cuochi professionisti che con passione fanno un lavoro stressante e usurante, è giusto tutto questo?
Dobbiamo avere sicurezza nelle cucine, un patentino a chi opera in cucina, ma anche per i ristoratori, ecco quello che ci vuole, salvaguardare la salute dei commensali che entrano nei ristoranti per rilassarsi ed assaporare le specialità
Italiane è un dovere, un obbligo.
Se andiamo in Google basta scrivere; “Intossicazione al ristorante” e si aprono migliaia di pagine, ma non è possibile tutto questo, rischiamo che le persone non vanno più a mangiar fuori per paura di star male,  è giusto tutto questo? E per colpa di chi? di persone poco qualificate, di gente senza scrupoli che vende prodotti avariati, o mal conservati,  e ci sarebbe da scrivere per ore.
Se non ci si riunisce E si discute di questi problemi ci rimettiamo tutti.
Non è giusto, c’è gente che ama il proprio mestiere e altra che ha investito la sua vita in un attività.
Patentino subito per chi lavora con il cibo.