Un consiglio per chi cerca lavoro….

Fate un video Curriculum vitae.  vale più dello scritto, credetemi.
Se non sapete come farlo noi dell’Unione cuochi vi aiuteremo a farlo,
Cosa costa? niente, solo l’iscrizione per essere uniti in altre battaglie tipo ,
1° Riconoscimento della professione
2° riconoscimento del lavoro usurante
3° riconoscimento delle malattie professionali e son tante….
4° un contratto di lavoro meno tassato e quindi più alto.
5° l’età pensionistica a 60 anni o dopo 35 anni
6° avere un patentino dopo i 15 anni di lavoro come CHEF.
Tutti insieme le possiiamo ottenere.

Uniti si vince, entra con noi.

http://www.unionecuochi.it/iscrizioni/

A proposito di iscrizioni a U.C.I.

Iscrizioni Inutili e Perdite di Tempo!

Pare che, ormai da tempo, qualcuno, molti in realtà, perdano il proprio tempo, e fanno perdere anche il nostro, a compilare il modulo di iscrizione  evitando di pagare le quote associative.
Sono certo che non vi manca una Carta Prepagata, così come che non vi mancano i 20, 30, 50 € che abbiamo deciso di mettere come Quota Associativa.
Tralasciamo i 10 € per i Soci Sostenitori che ringraziamo di esistere.
Mi domando perché perdete il vostro tempo e facciate perdere il mio cancellandovi per un’iscrizione farlocca anche se siete persone vere, reali.
Mi spiego meglio, ho creato la figura del Sottoscrittore per individuare ed eliminare gli spammer che inesorabilmente, ogni giorno tentano di accedere al sito a decine.
Il Sottoscrittore non può accedere a nessun servizio, non può neppure fare un upgrade di utenza passando a un livello superiore pagando la quota associativa.

Però vi rivolgete a noi per  l’invio dei vostri Curriculum (anche in posta privata) e non vi degnate di leggere le 2 istruzioni scritte in neretto sul sito, che vengono richieste prima di inviarlo.
Vi rivolgete a noi, in privato, per risolvere le vostre problematiche contrattuali, riconoscendo quindi che noi abbiamo le capacità di poterle risolvere, ma poi, fate le iscrizioni a ufo.

Vi svelo un segreto, per mantenere questo sito servono tempo e denaro, per trovare soluzioni ai vostri problemi, a volte, dobbiamo consultarci con professionisti che a prezzo di favore ci danno una soluzione per i vostri problemi ma vanno comunque pagati, poco o tanto che sia.

Evitando di pagare la Quota Associativa, non prendete in giro noi, prendete in giro voi stessi.

Riflettete in merito.

Carlo Cozzetto
Vicepresidente U.C.I.

Intossicazioni nei ristoranti. Richiediamo un patentino per i cuochi ed i ristoratori

Si leggono migliaia di articoli per intossicazioni nei ristoranti, la maggior parte son locali etnici, ma nel 2017 possibile che succedano queste cose?
Poca pulizia? poca attenzione nella conservazione? frigoriferi non adeguati? cuochi improvvisati?
Chi ci rimette in tutto questo? Ristoratori onesti e cuochi professionisti che con passione fanno un lavoro stressante e usurante, è giusto tutto questo?
Dobbiamo avere sicurezza nelle cucine, un patentino a chi opera in cucina, ma anche per i ristoratori, ecco quello che ci vuole, salvaguardare la salute dei commensali che entrano nei ristoranti per rilassarsi ed assaporare le specialità
Italiane è un dovere, un obbligo.
Se andiamo in Google basta scrivere; “Intossicazione al ristorante” e si aprono migliaia di pagine, ma non è possibile tutto questo, rischiamo che le persone non vanno più a mangiar fuori per paura di star male,  è giusto tutto questo? E per colpa di chi? di persone poco qualificate, di gente senza scrupoli che vende prodotti avariati, o mal conservati,  e ci sarebbe da scrivere per ore.
Se non ci si riunisce E si discute di questi problemi ci rimettiamo tutti.
Non è giusto, c’è gente che ama il proprio mestiere e altra che ha investito la sua vita in un attività.
Patentino subito per chi lavora con il cibo.

2 Parole a voi….

Solo 2 parole…
Tanto per essere chiari ….
UCI è nata per dare un aiuto ai lavoratori del settore turismo, cuochi, camerieri, lavapiatti, maitre, pizzaioli, direttori ecc.ecc, ma anche a ristoratori e albergatori che cercano personale serio.
L’Associazione Sindacale Unione Cuochi Italiani, cioè noi, non siamo OBBLIGATI a farci il mazzo e a rispondervi sempre a messaggi o telefonate per consigli o aiuti, ma lo facciamo, io in particolare, e non OBBLIGHIAMO NESSUNO ad iscriversi all’associazione, ma se un associazione vi fa trovar lavoro, o vi da consigli, almeno un grazie ci spetta no?
Abbiamo chiesto di iscrivervi, secondo voi perchè?
Semplice, è diventato ingestibile il tutto, e le spese son tante, ci vuole un controllo continuo, senza un controllo va tutto in cacca…..diventa la solita associazione farlocca, quanti truffatori che vi chiedevano 200 euro per trovarvi lavoro e poi non esistevano nemmeno quei lavori… noi ne abbiamo denunciati 12 e per chi lo abbiamo fatto? PER VOI….
Vi abbiamo chiesto di iscrivervi alla nostra associazione, anche come soci sostenitori, son 10 euro all’anno, non sono milioni, ma a noi ci farebbero pagare delle persone che stanno dietro alle vostre email, ai vostri CV, a chi ci richiede consigli, aiuto, o aziende che ci chiedono di continuo personale serio, o consigli per le loro attività, e seguire il gruppo con piu’ serietà, pagare l’affitto, luce, telefono…
Non siamo qui per arricchirci, tutti noi dell’U.C.I. abbiamo il nostro lavoro e/o le nostre attività.
L’associazione è nata per richiedere la professione riconosciuta dallo stato, il riconoscimento come lavoro usurante e per salvaguardare la nostra cultura culinaria Italiana nel Mondo.
Non stiamo giocando, non facciamo feste, (magari le faremo) non diamo medaglie a chi non le merita o attestati inutili, stiamo aprendo anche una scuola di cucina, dove si potranno fare dei corsi di aggiornamento specifico con grandi professionisti, ma tutto questo ha un costo…
C’è uno studio legale che vi segue se avete bisogno, uno studio di commercialisti che vi puo’ dar consigli, non è una cosa campata in aria, è seria.
Ma voi?
Nemmeno un grazie se trovate lavoro o personale…
ne voi ristoratori ne voi che cercate lavoro…
Non è giusto, e, a dirvi la verità, più passa il tempo e più mi chiedo…..MA CHI ME LO FA FARE….
Non mi arrendo, ci credo, e prima o poi saremo professionisti e non più OPERAI senza nessun diritto.
Ma abbiamo bisogno anche di voi.
Da soli in 4 gatti non si fa niente……
Un caro saluto
Luca Mora
Presidente e fondatore U.C.I.
www.unionecuochi.it

Avviso per Utenti Registrati al Sito

Si precisa quanto di seguito:

  • Per motivi legati alla gestione degli Soci paganti, queti ultimi sono pregati di compilare la loro scheda utente con TUTTI i dati richiesti, necessari per finalizzare l’iscrizione a U.C.I.
  • Gli Utenti registrati come “sottoscrittori“, ovvero non paganti hanno la possibilità di registrarsi come Soci Sostenitori al costo di 10,00€/anno. Qualora, entro il 30 settembre 2017, non fosse regolarizzata la posizione, l’utente verrà cancellato dal database.

Ringraziamo tutti per la collaborazione

Avviso Sicurezza

In questi ultimi giorni, ci sono state alcune registrazioni fasulle al sito www.unionecuochi.it . Tutti prontamente controllati e bloccati prima che potessero fare danni al sito e alle comunicazioni su esso riportate.

Per motivi di sicurezza è stato ripristinato il sistema di controllo sia in accesso che in registrazione degli utenti.

Prossimamente verranno limitati i tempi di durata dell’account gratuito e verranno inseriti servizi a pagamento per i Ristoratori, tipo selezione dei Curriculum Vitae. A tal proposito invitiamo tutti gli iscritti a compilare ordinatamente la scheda Utente e il inviare il vostro Curriculum Vitae.

Tutto il resto rimarrà, al momento, invariato.

Grazie a tutti e buon lavoro.

Il Vicepresidente U.C.I.

IL CUOCO….

L’ho scritto nel 2014 ma è cambiato qualche cosa??? NO!!
NIENTE.

Cos’è un cuoco, puo’ essere una persona normale se fa un mestiere come questo?
NO…MA PER LE TV E’ UN LAVORO FACILE.
Il cuoco si sveglia la mattina con già in testa quello che deve fare, comprare, cucinare, FORNITORI….certo, quello che passa in TV non fa fare una gran bella figura ai cuochi, che ricordiamo, NON HANNO UNA PROFESSIONE RICONOSCIUTA DALLO STATO, sono solamente operai generici, ma lavorano ben 12/15 e a volte 20 ore al giorno E 6 GIORNI SU 7, siamo segregati dentro 4 mura, quasi come i carcerati, abbiamo una cosa diversa dei detenuti, lo facciamo per passione.
Non si vedono i figli crescere, non si festeggia mai un compleanno, un natale, una pasqua, tante volte non si hanno ferie, sempre al lavoro, febbre o non febbre, scottature, braccia rotte o caviglie slogate, per i meno fortunati con una bella trombosi alla gamba…. che dire, un lavoro magnifico, UGUALE a come lo fanno vedere in TV, proprio UGUALE,
FACILE FARE UN BEL PIATTO, che ci vuole, 4 fiorellini, 2 creme, una carne scottata, oppure un filetto di pesce, magari comprato al super di fronte alla TV …CONGELATO…. MA, sapete QUANTE ORE DI PROVE e STUDIO CI VOGLIONO per far un piatto???, e poi, piacera’? e poi, riusciro’ a farlo per i coperti che ho nel ristorante? C’è un bel lavoro dietro, non basta la passione, ci vuole anche ESPERIENZA, e tanta, non basta fare zapping per TUTTI i canali TV per imparare a cucinare, o fare un corso del cazzo con qualche cuoco, anche se bravo, o 2 mesi in qualche scuola….
Ci vuole esperienza, tanta, e tanta buona volonta’, RISPETTO PER CHI HA PIU’ ANNI, umilta’ ….la dovete avere voi giovani,
ai vecchi cuochi va il rispetto e li dovete ascoltare.
Eppoi.. diciamole tutte, aggiungere gli affetti che si perdono nel nostro mestiere???? mogli, fidanzate che non si vedono mai, o amici che prima o poi si perdono, che figata, in tv poi è tutto una FIGATA….facile fare un piatto che poi, con i tempi TV fanno SCHIFO, ma non solo per i tempi…., ti fanno vedere che si puo’ mangiare il pollo crudo, o il maiale crudo… cosa pericolosissima, non spiegano gli accorgimenti, le vere cotture, l’attenzione a microbi e malattie che puo’ portare il cibo, come nel pesce crudo, un vermetto molto pericoloso, tipo L’ìAnisakis, PICCOLO MA PERICOLOSO PER LA SALUTE… E CHI NE PARLA… nessuno.
Ad un certo periodo della vita poi, iniziano gli acciacchi a circa 45 anni, le gambe gonfie con tutte le vene rotte, rischio trombosi, le mani distrutte, vari dolori alle articolazioni, tunnel carpale e altre cose anche peggiori, visto che si vive dentro l’umidita’ e calore altissimo, oltre a gas e fumi vari…, nessuno spiega che nelle cucine la temperatura media è 45 gradi, quando va bene e si ha la cappa che funziona benissimo, altrimenti si raggiungono anche i 55 gradi se non di piu…
.. ma la TV non dice queste cose, sono sciocchezze.
Svegliatevi, non è oro colato quello che fanno vedere,
E’ UN MESTIERE DI SACRIFICI E DOLORI, certo, ha un suo tornaconto, (forse) ma a che rischio? sapete la maggior parte dei cuochi come muore? di trombosi o di infarto…o si suicida…
ma che volete che sia, tanto, si deve morire no?
Se qualche giornalista o TV vuole ragguagli, venga in cucina con me per 15 giorni, VEDIAMO SE DURA 3 giorni.
RISPETTO PER UN MESTIERE CHE NON E’ NEPPURE RICONOSCIUTO DA QUESTI FINTI POLITICI E PRESENTATORI TV….Siamo solo operai generici con specifica cuochi, non professionisti, anche se abbiamo scuole alberghiere che sfornano ragazzi con promesse false SIAMO OPERAI, NON PROFESSIONISTI, E NESSUNO LO DICE…. TUTTI ZITTI.
Mi sono rotto un po le balle di tutta questa porcheria.
ANZI, I COGLIONI DOPO ANNI CHE LO GRIDO…..
CUOCO, TU SEI UNO SCHIAVO, RICORDATELO, NON UN PROFESSIONISTA, PERCHE’ IN ITALIA LA PROFESSIONE CUOCO NON ESISTE.
Luca Mora